...perchè sono quanto di più distante dal concetto stesso di "ecologia". Mi riferisco agli operatori che operano presso i centri di raccolta dei rifiuti conferibili direttamente, quei rifiuti che il servizio non raccoglie e tocca a noi a spese nostre, oltre alla bolletta, conferire con mezzi propri.

Arrivo al cancello due ore prima dell'orario di chiusura e lo trovo sbarrato con tanto di catena. Chiedo spiegazioni all'operatore di turno pizzicato mani in tasca a passare di lì per caso e chiedo spiegazioni: 

"i cassoni sono tutti pieni e non è possibile conferire altro materiale" è la spiegazione "tecnica". 

"ed io dove butto stra roba? (carta e plastica)" chiedo un pò perplesso.

"non mi interesssa, buttala un pò dove ti pare, anche fuori del cancello tanto a me non me ne frega niente" mi sento rispondere.

Complimentoni! e poi ci tocca sorbirci i cazziatoni dei dottorini dirigenti, contro l'inciviltà dell'abbandono dei rifiuti per strada. Cos'altro potremmo fare? Abbandonare i rifiuti è sicuramente sbagliato ma come fare quando i rifiuti vengono rifiutati

Il mio sogno è quello di sentirmi rispondere da loro "cerca di produrne di meno". Grazie, già lo faccio attivamente da molto tempo ma sono certo che questo invito, formulato da chi ha interesse economico a gestirli, non lo sentirò mai in vita mia. Maledetti mangiasoldi, gli incivili siete voi.