Telemarketing: sono state abolite le norme che obbligavano gli operatori dei call center a:

  • dichiarare l'identità del soggetto per il quale avviene la chiamata, 
  • specificare la natura commerciale 
  • proseguire la chiamata solo in presenza di assenso del destinatario. 

Viene però esteso anche ai numeri di cellulare il registro delle opposizioni. Inoltre l'utente potrà anche contare sul divieto per gli operatori di ricorrere a compositori telefonici per la ricerca automatica di numeri non inseriti negli elenchi pubblici, mentre sarà creato un prefisso unico che consentirà di individuare immediatamente la telefonata del call center, riservando così la facoltà di rispondere o meno.

Ecco, ci mancava proprio. In barba a leggi, decreti e regolamenti del piffero... ormai lo sanno anche i bambini che certi operatori del telemarketing (leggi STALKER) facevano e fanno ancora un pò come 'azzo gli pare. Figuriamoci ora che non hanno più l'obbligo di dire chi sono, perchè chiamano o proseguire solo con il consenso...se ne sono sempre fregati e nulla mi convince che cambieranno atteggiamento!!. E l'estensione del registro delle opposizioni ai numeri mobili?? dai, sappiamo come funziona...chiamano comunque ed in caso di protesta verbale ci invitano pure a denunciarli!! Vietare poi la composizione automatica a strascico...lo fanno lo stesso, inutile continuare a credere che la smettano di chiamare a tutte le ore del giorno ed anche della notte, in barba alla privacy o all'espressa volontà di esercitare il diritto a non essere disturbati al telefono. Sul ridicolo "Registro delle opposizioni" mi sono già espresso in passato, chiedendo anche quello per dichiarare che mi OPPONGO ad essere rapinato, violentato, truffato ecc...ecc...

Per il prefisso unico... mi pare impossibile che sul display del mio telefono che visualizza un indirizzo IP ci possa essere un prefisso riconoscibile. Fatto sta che, come cittadini (per loro siamo "CONSUMATORI") non ci si può difendere. Siamo inermi contro un branco di commercianti in crisi isterica da recessione, senza scrupoli e senza alcun rispetto per il prossimo. L'unica strada praticabile è smettere di essere CONSUMATORI e sperare che dato l'esempio, in molti possano smettere di consumare per vedere fallire sti quattro venditori di fumo inutile ed a volte dannoso. Lo so, è dura uscire dagli schemi e comportarsi da persone consapevoli fuori dal gregge... ma da qualche parte si dovrà pur iniziare. Da parte mia sono da anni in sciopero della spesa e dedito all'auto produzione... mi arrangio come meglio posso ed il bilancio economico attuale è in positivo, ben oltre le previsioni. E... sì, qualche piccola incoerenza me la posso pure permettere.

Concludo... non mi servono i vostri millemila giga, i vostri cesti natalizi, i vostri abbonamenti a brutti ed inutili servizi, le vostre cialde delle macchinette del caffè, il vostro vino in polvere, le vostre offertone mal partorite dal vostro sfigatissimo esperto di marketing strafatto di vinavil ed in astinenza da radicchio. E, #sapevatelo, non dò nemmeno più un centesimo ai bambini malati ed a quelli affamati in africa o in qualsiasi altra parte del mondo, non giudicatemi male così come io giudico male voi per la vostra avidità, egoismo, maleducazione ed invadenza nella mia sfera privata. Ora... con il ddl concorrenza non dovreste più avere problemi, specie dopo aver completamente distrutto e disfatto quella che un tempo si poteva chiamare "società civile". Fanchiulo.

unamico