Scritto con font 6 compare in calce al referto un sibillino promemoria..." Gentile Signore/Signora, desideriamo renderLa partecipe che il Servizio Sanitario Regionale ha impiegato euro 217,75 per il suo percorso di cura". 

Ma va? cos'è? un vanto? un traguardo? un segnale di eccellenza? un munifico regalo?  mi infastidisce che mi si rinfacci di aver sostenuto una spesa dopo la montagna di soldi versati in contributi in più di 50 anni di vita. Ingrati. Dev'essere l'effetto del pirla che "governa" la regione come se fosse la sua azienda personale. Sono sicuramente maggiori i miei contributi in tasse di quello effettivamente speso per avermi infilato 20 minuti in un tubo.

E, cortesia per cortesia, desidero io rendere partecipe il Servizio Santiario Regionale.

Caro/Cara Servizio Sanitario Regionale, Desidero informarvi, chiedervi e rendervi partecipe che:

  • da anni l'avvento della tecnologia ha fatto passi da gigante con una rapidità sconcertante, a tal punto che le comunicazioni invitate ai clienti sono addirittura in grado di esordire propriamente con un più appropriato Signor (se il soggetto è maschile) o Signora (se il destinatario è di sesso femminile). Sono certo che nei vostri archivi è codificato il mio sesso (di certa ed indubbia origine) e pertanto sarebbe opportuno avvisare i vostri programmatori di inserire nelle istruzioni software del vostro gestionale, un semplice controllo formale del tipo, a puro titolo di esempio if sesso=="M" the print("Signor") elseif sesso=="F" then print("Signora") otherwise print("Caro");
  • da anni sto versando fior di tasse e contributi con l'illusione di poter fare in modo che tutti possano godere di un adeguata assistenza sanitaria gratuita. E' una questione di solidarietà nei confronti di coloro che meno fortunati di me hanno prolemi di salute, quest'ultima un diritto sacrosanto ed inalienabile. Mi rendo conto che non bastano mai ma da parte vostra sarebbe il caso di valutare per bene il contenimento degli enormi sprechi a cominciare dagli stipendi di giada regalati a persone incapaci di ottimizzare i costi pur avendone la responsabilità.
  • il linguaggio con cui è scritto l'esito è francamente incomprensibile per i non addetti ai lavori. E' una cosa voluta? Giusto per costringere i pazienti a tornare dal medico di base per una traduzione simultanea del testo e prolungare la suspence, l'ansia e la preoccupazione? 
  • non è specificato nell'indicare l'importo che mi rinfacciate, esattamente a cosa sia servito. per pagare le spese di materiale consumabile? che ne so, i sacchetti sterili di plastica che mi avete infilato ai piedi? la camicia chiusa dietro che mi lascia imbarazzato per i corridoi con le chiappe al vento? Un pò cari direi come capi di "abbigliamento". Che altro? il tempo in sala d'attesa, tipo i 40 minuti ad aspettare che uscisse un gentilissimo infermiere solo per chiedermi cosa volessi mai da loro? Lo stuoino di carta, 2 metri per la precisione, sul quale mi sono sdraiato? ditemi che sono veramente curioso di sapere.
  • per la visita ho versato più di 47 euro... il conto che mi rinfacciate è comprensivo della somma da me versata o avete provveduto a sottrarla?
  • per la visita ho dovuto attendere più di un anno dalla prenotazione nel corso del quale avete sicuramente sostenuto delle spese di manutenzione del macchinario usato (risonanza magnetica) ed ovviamente ho dovuto patire i dolori alla schiena senza sapere da cosa dipendessero. 
  • la spesa che mi rinfacciate comprende forse il CD che mi avete consegnato? quel Cd che non si riesce a leggere in quanto le immagini sono in formato proprietario non compatibile con linux ed occorrerebbe acquistare un costosissimo software per poterle consultare? Quel Cd che il medico di base nemmeno si degna di visionare perchè ha il computer dedicato a leggerlo in un altro ambulatorio? Da tempo, molto tempo, hanno inventato internet....basterebbe un url e delle credenziali di accesso con firma digitale per risparmiare qualcosa. 
  • giusto per risparmiare qualcosa anche a me, un sistema più moderno mi eviterebbe di prendere l'auto per venire all'ospedale e litigare con un vigile più intento a rompere i c*glioni a me nonostante a due passi ci fossero almeno 4 venditori ambulanti abusivi che operavano indisturbati a vendere in nero ombrellie borselli, oltre ad una fila di auto parcheggiate abusivamente nel posto disabili e nei posti destinati al parcheggio biciclette e moto. Magari mi risparmiate anche la fila di finti mendicanti nomadi, la fila di testimoni del regno di geova all'ingresso con tanto di espositore abusivo pubblicizzante i loro libri illuminanti sulla fine del mondo, la fila di ragazze madri ex tossiche in cerca di spiccioli per mantenere un inesistente bambino sempre in fasce. Forse la somma che avete "impiegato" è servita a pagare il vigile a girarsi dall'altra parte visto che tutti noi lo paghiamo per tutt'altre mansioni?
  • Giusto per correttezza....il "percorso di cura" cui fate riferimento non c'è stato e pertanto la somma da voi spesa è illegittima. Il mio è stato un calvario di attesa per una diagnosi... non per la cura che deve ancora iniziare. 
  • Magari, se mai ci sarà necesità ulteriore, preferirei vedere che la montagna di soldi che la collettività vi versa spesso senza avere nulla in cambio, viene impiegata per l'acquisto di macchinari diagnostici più moderni e performanti.

Per ultimo, un appuntino al Vostro atteggiamento. Siete strapagati dalla collettività di una nazione che in europa è al primo posto...per la corruzione. Il fatto che abbiate la necessità di specificare di aver speso più di quanto versato con il ticket (dimenticando la moltitudine di occasioni in cui siamo obbligati a versare un contributo al SSNN), non vi assolve dal fatto che la quantità di soldi raccolti con le tasse che la regione vi versa venga indicata come insufficiente a coprire le spese. Mi pare davvero indelicato l'atteggiamento di chi, retribuito dalla collettività, ricorda l'erogazione del servizio come un "favore" concesso da un'amministrazione che vorrebbe così apparire "eccellente". Non c'è nessuna eccellenza permettere che le visite nella nostra struttura vengano programmate con mesi e mesi di ritardo in modo da veicolare i pazienti che stanno veramente male verso le strutture private. Non mi pare per nulla corretto e nemmeno tanto legale fra le pieghe dei mille cavilli da voi stessi creati ad arte con il solo intento di "giustificare" un vostro atteggiamento a dir poco deprecabile. 

In sintesi...la sanità così gestita non è un eccellenza, contrariamente a quanto blaterato da un noto imbecille al nostro servizio e purtroppo da noi profumatamente troppo pagato. Nessun rispetto verso chi lucra sulle disgrazie della povera gente. Vaffanchiulo. 

P.S.  La fiamma è gialla e la toga è nera. ripeto: La fiamma è gialla e la toga è nera.